La Corte in Rosa

9 Lug

CANTATA DEGLI ANNI MIRACOLATI – omaggio a Laura Betti
drammaturgia di Gianfranco Rimondi
con Marina Pitta musicista in scena Marco Muzzi
Nella CORTE del QUARTIERE SARAGOZZA – Via Pietralata, 60
venerdì 9 luglio 2010 ore 21.00

Lo spettacolo, che ha già riscosso notevole successo, vuole essere un omaggio alla grande, eclettica artista bolognese Laura Betti e al suo repertorio di canzoni e di ballate, realizzate negli anni ’60, giocate su tanti palcoscenici italiani col titolo di «Giro a Vuoto».


Protagonisti della performance sono Marina Pitta, nel ruolo di attrice-cantante che ripropone, quasi integralmente, il repertorio canoro della Betti, punteggiata e arricchita da pensieri e considerazioni che l?artista ci ha lasciato nei suoi scritti autobiografici.

Accompagna dal vivo Marina Pitta, il musicista: Marco Muzzi.

COSA LEGA IL TEATRO DEI DISPERSI A LAURA BETTI?
Gianfranco Rimondi, autore e regista di “Cantata degli anni miracolati” (testo dedicato all’attrice e cantante amica di Pasolini, scomparsa qualche anno fa), spiega con queste parole le ragioni del progetto: “L’omaggio a Laura Betti è legato al nostro stile di lavoro, che è sia teatrale sia musicale. Nella nostra scuola, “Accademia 96″, tra le materie principali si insegna canto in scena. Quindi per noi è importante lavorare sul repertorio, recuperare repertori poco conosciuti. Ho avuto la fortuna di conoscere Laura Betti tanti anni fa, lei veniva qui a Bologna al teatro La Soffitta e faceva un cabaret di canzoni, Giro a vuoto. Negli anni ’60 tutti gli intellettuali italiani più importanti scrissero per lei delle ballate: Pier Paolo Pasolini, che era suo amico, Goffredo Parise, Arbasino, Mario Soldati. C’erano anche Massimo Dursi, un bolognese, uno bravo. E Franco Fortini. Lei li costringeva, con la sua veemenza di donna di spettacolo, a scrivere queste cose che poi lei faceva musicare a Noce, Umiliani, Fabio Mauri. Lo spettacolo riprende lo spirito di quegli anni, di quelle avventure. Ma abbiamo inserito una cosa in più, che Laura Betti fece negli anni successivi: un recital con Bruno Maderna sulle canzoni brechtiane, si cimentò con tutte le ballate di Bertold Brecht, Kurt Weill, Dessau, Eisler. È un cabaret letterario, non solo comico, in cui ci sono le ballate che gli scrittori italiani hanno scritto per lei e le canzoni di Brecht”.

LAURA BETTI INTERPRETATA DA MARINA PITTA
A interpretare Laura Betti sarà Marina Pitta, un’attrice e cantante molto brava, molto conosciuta a Bologna e in tutti i palcoscenici italiani. Nel ’69 fonda con Gianfranco Rimondi e Silvana Mangione la Coop. Teatro Evento in cui agisce fino al ’77, partecipando a 14 spettacoli e ricoprendovi ruoli primari.
Attualmente è impegnata nelle produzioni della compagnia Teatro dei Dispersi e di Nuova Scena – Arena del Sole, per la quale ha messo in scena, con molto successo, al Teatro delle Moline, “La signorina Margherita” e ?STANZE – il silenzio abitato delle case?.
Marina Pitta nello spettacolo “Cantata degli anni miracolati” ripropone le canzoni di Laura Betti in una versione originale. Perché Laura Betti era bolognese e ha lasciato tutto il suo materiale artistico al Fondo Pasolini della Cineteca di Bologna.

INGRESSO GRATUITO
Per inforfazioni e prenotazioni:
www.accademia96.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: